• |
itenfrde
Account
Please wait, authorizing ...
Not a member? Sign up now
×

TIRNel settore del veicolo pesante la richiesta di "elaborazione elettronica" è orientata essenzialmente alla ottimizzazione dei consumi e delle prestazioni sotto carico dell'autocarro (ricordiamo che per i veicoli con massa superiore ai 35 q.li esistono precise limitazioni di velocità controllate da appositi tachigrafi).
Nel passaggio dalla normativa EURO2 alla normativa EURO3 le case costruttrici  di veicoli pesanti hanno in molti casi rilasciato nuove versioni che sulla carta dispongono di una potenza massima anche superiore a quella del modello precedente, ma che in realtà, erogano una coppia motrice inferiore ai bassi regimi. In sostanza, il veicolo di nuova generazione ha delle performance in termini di fumosità ed emissioni sicuramente migliori ma consumi peggiori. Per i TIR, quindi, gli interventi di rimappatura sono essenzialmente orientati ad un aumento delle prestazoni tra i 1000 ed i 1500 giri/min. Il veicolo "rimappato" in genere lavora con pressioni di sovralimentazione di circa 0,3-0,4bar maggiori rispetto alle pressioni di esercizio originali e permette al conducente di effettuare un numero inferiore di cambi marcia in salita e con carico a bordo.
Un altro caso tipico di necessità di un intervento di rimappatura è quando l'automezzo cambia tipologia di trasporto (es. dal trasporto di collettame leggero, max 150q.li, al trasporto di liquidi con carichi fino a 300q.li). In tal caso la potenza del veicolo potrebbe non essere sufficente per il nuovo tipo di trasporto: un intervento mirato può tranquillamente portare ad un incremento di potenza pari al 15-20%, rispetto all'originale, senza inficiare le caratteristiche di consumo ed endurance del motore stesso.